IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Nuovo prodotto

NUOVA EDIZIONE AGGIORANTA

Volume storico-fotografico sulle origini del Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle. Dalle sue origini e la sua storia. Il recupero e il restauro dei velivoli storici, i ricordi, l’arte e gli artisti con rare immagini in uno scenario da incanto sul lago di Bracciano.

 

112 PAGINE

 

Maggiori dettagli

2 Articoli

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

20,00 € tasse incl.

Dettagli

IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Sono sinceramene lieto e onorato di introdurre questa bella e interessante pubblicazione con la quale l’amico Ovidio Ferrante, con la sua consueta e genuina passione per la nostra storia, ha Inteso celebrare la ricorrenza del trentennale del Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, di cui è stato direttore e artefice. L’intento di tramandare ai posteri I cimeli e le macchine che hanno cadenzato l’ardimentoso percorso della nostra aviazione ha origini molto più lontane di quanto si possa pensare.
Fu proprio Giulio Douhet, allora giovane Ufficiale dl Stato Maggiore che, chiamato a stilare una relazione sui risultati conseguiti dal Battaglione Aviatori nella guerra di Libia, pensò per primo che fosse necessario raccogliere documenti, fotografie e cimeli dei primi voli di guerra. Sulla scorta di questa iniziale intuizione si sviluppò nel tempo la cultura aeronautica e con essa quella espositiva e museale che, attraverso le molteplici iniziative intercorse nel volgere dl meno di un secolo, ha consentito di pervenire anche al mirabile traguardo di Vigna dl Valle. Questo antico idroscalo, creato dal magg. Moris — altro antesignano dell’epopea del volo — quale Cantiere Sperimentale Aeronautico, costituisce di per sé museo del museo poiché è tuttora intensamente intriso delle memorie e delle ancora ben visibili vestigia della nostra aviazione militare degli albori.
Per questo motivo e quasi settant’anni dopo, anche l’intuizione dell’allora sottocapo dl Stato Maggiore, gen. s.a. Giuseppe Pesce, di crearvi il nostro museo fu altrettanto felice e oculata, sia in termini di cornice storica sia in quelli di innegabile bellezza naturale.
Da quel 24 maggio del 1977, data dell’inaugurazione della prima struttura espositiva realizzata in soli duecento giorni, molte cose sono cambiate, si sono evolute e accresciute, costantemente e sempre meglio: il nostro Museo si è progressivamente arricchito di reperti e di testimonianze di ogni tipologia, tutti accomunati dall’inestimabile valore storico che essi, indissolubilmente, racchiudono.
E’ stato un percorso lungo, spesso costellato da problematiche di non facile risoluzione, il più delle volte affrontate con la forza della passione e con la determinata volontà di quanti hanno creduto fermamente In questo progetto e che, nel tempo, hanno saputo perseguirlo con estrema e sempre motivata tenacia.
Grazie anche a loro il nostro Museo riveste oggi una rilevante valenza storica e culturale, ben rinomata non solo in Italia ma anche all’estero e, ancor più, costituisce motivo di legittimo orgoglio per tutti gli appartenenti alla Forza Armata che in questo luogo ritrovano le intime radici della propria ragion d’essere, di ciò che è stato il nostro glorioso passato e dl quanto dobbiamo fare in futuro per esserne sempre all’altezza.
Per questo, veramente orgoglioso dei risultati raggiunti. desidero cogliere l’occasione per ringraziare di vero cuore, attraverso questa pubblicazione, tutti coloro — di ogni ordine e grado — che in questi trent’anni hanno contribuito a donarci Il Museo Storico A.M. di Vigna di Valle.

già capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica
Gen. S.A. Vincenzo Camporini

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE

IL MUSEO STORICO DELL’AERONAUTICA MILITARE

NUOVA EDIZIONE AGGIORANTA

Volume storico-fotografico sulle origini del Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle. Dalle sue origini e la sua storia. Il recupero e il restauro dei velivoli storici, i ricordi, l’arte e gli artisti con rare immagini in uno scenario da incanto sul lago di Bracciano.

 

112 PAGINE